26 luglio 2014 ~ 3 Commenti

Una passione per l’alternativo

 Il mondo delle medicine complementari e alternative (Cam) insorge contro un articolo, apparso sull’European Journal of Internal Medicine, secondo cui esse «non possono definirsi basate sulle evidenze, come invece avviene per la medicina ufficiale». Ritengo che la scientificità tenda a scivolare verso lo scientismo,  dove le scienze fisiche e sperimentali con i loro metodi sono quelle che abbiano la prerogativa di scienze. Cosa sia l’uomo o quale sia il concetto di malattia e sintomo poco importa. E’ di oggi la notizia che la lombosciatalgia è curata egregiamente con il placebo … e del paracetamolo venduto fin d’ora cosa ne facciamo? Non vorrei porre sul vittimismo la prova dell’efficacia delle medicine non convenzionali. Il punto di partenza innanzitutto è la ricerca di un dialogo ( è molto di moda usare questo assioma), ma anche sottolineare come l’Uomo è unico ed individuo ( in-dividus ..non divisibile quindi corpo, mente e anima) , in medicina si parla di medicina di genere , ma anche di medicina transculturale, etnie diverse hanno diverse reatività al farmaco ma hanno anche diverse percezione di salute, ma questo è anche evidente tra soggetto e soggetto. Questo dovrebbe farci riflettere che dare una risposta certa ad una domanda incerta è quantomeno una contradizione in termini. Non sempre , quindi , l’evidenza è tale , e non sempre possiamo ridurre la vita e lo star bene a protocolli e statistiche asettiche.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali