22 gennaio 2014 ~ 5 Commenti

Omeopatia : è sempre una medicina.

In questi ultimi 30 anni l’omeopatia si è sviluppata in Italia più con una logica di prodotto da consiglio che da prescrizione. A chi , come il sottoscritto, ha avuto l’onore di conoscere medici unicisti di grande competenza , mancano quelle ricette con prescrizione di singoli rimedi, dove la richiesta di spiegazioni da parte del paziente diventava stimolo per approfondire la materia medica. Ora molti colleghi si avvicinano ulteriormente all’Omeopatia per la ricerca spasmodica del mercato, ma per carità stimoliamo la conoscenza da parte dei medici. Vorrei più ricette e meno pubblicità. Non dimentichiamo che il rimedio omeopatico magistrale, da circolare ministeriale, deve essere preparato in Farmacia. A proposito di questo, ma se preparo un rimedio omeopatico dove vado a recuperare le materie prime? Le NBP quali sono , visto che ci riferiamo a più Farmacopee e soprattutto non vi sono specifiche sulla produzione magistrale ? Ed infine come tariffiamo il prodotto ?  Non mi piace pensare che anche la mia amata Omeopatia caschi nel perverso gioco che ha portato il Farmaco ad essere considerato prima di tutto merce : la richiesta di salute non è una richiesta commerciale , è prima di tutto una richiesta di aiuto e di coinvolgimento di un serio professionista.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali