14 luglio 2014 ~ 1 Commento

Crollo terapie non convenzionali !

Da Farmacia Magazine dell’11/07/2014 : ” Crolla in Italia il ricorso alle terapie non convenzionali, che nel 2000 erano usate dal 15,8% della popolazione mentre nel 2013 la cifra è dell’8,2%. Lo afferma il rapporto Istat Tutela della Salute e accesso alle cure presentato a Roma”. Incoraggiante direi, quando scrivevo che vorrei più ricette che pubblicità, mi riferivo a questo che allora era un impressione ora è una certezza. Indiscutibilmente la crisi porta a diminuire i consumi anche in campo sanitario, e se il cittadino deve scegliere ,se influenzato dal portafoglio, si rivolge al SSN o a terapie più economiche. In questi anni si è esasperato un dualismo inconcepibile, la medicina è unica, il vittimismo di parte non è servito a nulla. La priorità era da dare al dialogo con  il mondo medico ed accademico, che non avrebbe rifiutato se ci si approciava con umiltà e rispetto. Spingere le Farmacie ed i farmacisti a esercitare un ruolo eccesivamente esasperato di consiglio, esautorando di fatto il medico è stata un arma a doppio taglio. Sono 30 anni che mi occupo di omeopatia , medicine tradizionali e non convenzionali, e mi fa male buttare alle ortiche un impegno fatto di studio, investimento economico ed amore.

icona
Per commentare è necessaria l'iscrizione a Medikey

 


La gestione del riconoscimento dell'operatore della salute e la trasmissione e archiviazione delle relative chiavi d'accesso e dei dati personali del professionista della salute avviene mediante la piattaforma Medikey® nel rispetto dei requisiti richiesti da
Il Ministero della Salute (Circolare Min. San. - Dipartimento Valutazione Farmaci e Farmacovigilanza n° 800.I/15/1267 del 22 marzo 2000)
Codice della Privacy (D.Lgs 30/06/2003 n. 196) sulla tutela dei dati personali